Android TV Box, queste sconosciute

Oramai questi piccoli device spopolano. Dovunque si guardi sul web, ne spunta uno. Quindi è giunta l’ora che noi di 0x90 ne parliamo un po’ a dovere, no?

Cosa sono questi dispositivi?

Cominciamo dalle faccende ovvie. Sono dispositivi mediacenter oriented. Ovvero sono ingegnerizzati in modo tale da permettere con naturalezza all’utente di creare una libreria di file multimediali. Queste TV Box sono dei dispositivi che se connessi alla TV (via HDMI o AV) permettono di “potenziare” la vostra TV, facendola diventare Smart. Andiamo più nel dettaglio. Questi device sono equipaggiati perlopiù da processori Amlogic a 64 bit dalla potenza variabile tra 1.0 e 2.0 Ghz, da 1 a 3 GB di RAM DDR3/4, memoria interna da 8+ GB e da schede grafiche integrate Mali (prodotte dalla ARM Holdings). La differenza che intercorre tra le varie serie di processori che il parco Amlogic offre è il supporto che possono offrire alla visualizzazione dei file video (oppure di fonti streaming) in 4K 60fps od in 30fps. C’è da dire (e sottolineare con un bell’evidenziatore fosforescente) che la compagnia è open-source friendly. Infatti da tempo hanno un sito dove rilasciano i sorgenti del Kernel Linux e l’SDK Android utilizzato per i loro chip.

Precisamente i sorgenti rilasciati sono:

  • Linux kernel 3.10.10
  • U-Boot
  • Driver Wi-Fi Realtek e Broadcom
  • Driver NAND
  • Driver “TVIN”
  • Driver kernel space per la GPU Mali-400/450

Ah già, questi device hanno Android a bordo, ne parleremo tra poco.

Supporto hardware e contenuto delle confezioni

La stragrande maggioranza delle Android TV Box offrono un paio di porte USB con standard 2.0, una porta HDMI, uscita AV e talvolta il supporto nativo per il DTS.
Sono dotate in bundle di un telecomando con tecnologica infrared, cavo HDMI ed alimentatore. Insomma tutto il necessario per il vostro mediacenter.

Android TV Box

Sistema operativo ed interfacce utente

Beh, qui ritroviamo un nostro cliente sempreverde: Android.
Come sappiamo, il sistema operativo di Mountain View si presta praticamente a qualsiasi device. Le TV box non fanno eccezione. Le versioni presenti sono varie (dipendono ovviamente dal processore), dalla 5.1 Lollipop fino ad arrivare alla 7 Nougat. Ma ciò che realmente cambia è l’interfaccia utente. Sì, perché tutte le Android TV sono munite di un’interfaccia personalizzata ottimizzata per l’utilizzo con un telecomando. C’è da dire però, che a volte falliscono in questo compito, rendendo l’utilizzo del telecomando un vero incubo. Poi ci si mette anche il design, dal dubbio sex-appeal…

Utilizzo di questi dispositivi

Ora tocchiamo i tasti caldi. Come si può usare un dispositivo del genere? Da mediacenter! Lo abbiamo detto all’inizio, questi piccoli dispositivi sono progettati per essere utilizzati come delle estensioni (più o meno naturali) delle vostre TV, rendendole più intelligenti e connesse al World Wide Web. Grazie ad Android, potrete accedere al Playstore e di conseguenza a tutte le sue app. Quindi grande spazio al Re dei mediacenter: Kodi!

Android TV Box - Kodi

Quasi sempre risulta pre-installato nelle TV Box, adornato da plug-in (più o meno utili), pronto all’uso. Ma se vi dicessi che possiamo andare oltre la “semplice” funzione di mediacenter? Come? Beh, collegando una tastiera wi-fi ed un mouse con un ricevitore USB, si aprono un’infinità di possibilità. Potreste navigare con Chrome, consultare le e-mail con Gmail, scrivere e visualizzare documenti con le suite Google. E perché no, potreste anche giocarci. Configurando un joypad per Android via bluetooth o con cavo, avreste una modesta console per giocare con ciò che il Playstore ha da offrirvi! Potreste sbizzarrirvi con i vari emulatori Nintendo o Playstation per giocare i vostri titoli preferiti (ovviamente con ROM di giochi che avete acquistato e con dump del BIOS della vostra console)!

Costi

I costi di questi dispositivi oscillano tra i 30 e gli 80 euro per quanto riguarda le serie equipaggiate con processori Amlogic. C’è da dire che ci sono anche delle alternative come Nvidia Shield, ma parliamo di tutt’altra categoria di device e sopratutto di prezzo. Per la qualità offerta dai vari produttori il prezzo è giusto. Non si tratta comunque di dispositivi high-end, quindi non c’è da aspettarsi una potenza spropositata, ma una piccola TV box fatta bene, sarà capace di sorprendervi.

Pro e contro

PRO

  • Costo
  • Pronta a funzionare out of the box con zero configurazioni
  • Supporto 4K

CONTRO

  • Manifattura in plastica
  • Dopo alcune ore di utilizzo tendono a scaldarsi (non vi è alcun sistema di ventilazione)
  • Interfacce non sempre reattive

E voi, cosa ne pensate? Avete già avuto un “piccolo gioiellino” tra le mani? Diteci la vostra commentando!

Ultima nota per i developer

Da buon incontentabile, dovevo far qualcosa anche per questa categoria di dispositivi (non so stare fermo) possedendone uno ed ho deciso che avere una custom recovery TWRP sarebbe stato l’ideale per installare Xposed (ve lo ricordate?) e vari tweaks. Se ci fosse qualche “svalvolato” come me, qui potete visualizzare i sorgenti.

Dil3mm4

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*